CONOSCERE E CURARE IL CUORE 2007
2-4 marzo 2007 - Firenze Fiera - Firenze
Elenco Cronologico delle Relazioni
GIORNO 02/03/2007
Auditorium
09.00 - 10.50
I Sessione
Gronda Edoardo
La disfunzione renale come indicatore prognostico nello scompenso cardiaco.
Distante Alessandro
Dissezione aortica: tra intuito e marker diagnostici.
Guagliumi Giulio
Impatto degli stent medicati nella pratica clinica: sta cambiando la gestione del paziente complesso ?
Ferrari Roberto
Risincronizzazione cardiaca: al netto miglioramento clinico-funzionale si associa una stentata riduzione di mortalità ?
11.30 - 12.30
II Sessione
Piccolo Eligio
Fibrillazione atriale: una piaga tanto studiata e temuta quanto ormai tendenzialmente confinata tra le insoddisfazioni terapeutiche. Forme morbose profondamente diverse o cure limitatamente efficaci ?
De Servi Stefano
Lo studio BASKET-LATE ha insinuato il dubbio che, a lungo termine, lo stent medicato sia meno efficace di quello metallico. Lo salverà il clopidogrel ?
Prati Francesco
La sindrome coronarica acuta da lesione contemporanea di più di una placca.
15.00 - 16.50
III Sessione
Mancia Giuseppe
Ruolo dell’ipertono simpatico nell’ipertensione arteriosa in relazione a sesso, età e peso corporeo.
Cademartiri Filippo
Accuratezza diagnostica della TC spirale in soggetti con toracoalgie aspecifiche.
De Paulis Ruggero
La chirurgia della radice aortica: un altro passo avanti.
Savonitto Stefano
Angioplastica coronarica: i guai del mezzo di contrasto.
17.20 - 18.20
IV Sessione
Troise Giovanni
Ai confini con l’autotrapianto cardiaco: il trattamento contemporaneo dell’atriomegalia sinistra, della valvulopatia mitralica e della fibrillazione atriale.
Rapezzi Claudio
Ancora misteri in cardiologia: la sindrome di Tako-Tsubo.
Brunetti Paolo
Quali sono i vantaggi del trattamento aggressivo del diabete nella fase acuta dell’infarto miocardico ?
GIORNO 03/03/2007
Auditorium
09.00 - 11.00
V Sessione
Turitto Gioia
Defibrillatori impiantabili: ne mettiamo troppi o troppo pochi ?
Gaita Fiorenzo
Nuove tecniche per l´ablazione endocavitaria: ecocardiografia intracardiaca, mappaggio elettromagnetico, sistemi di navigazione a distanza: giocattoli costosi o strumenti indispensabili ?
Colombo Antonio
Siamo vicini al trattamento percutaneo della stenosi aortica ?
Antoniucci David
E´ trascorsa una settimana dall´infarto: angioplastica o terapia medica ?
Menotti Alessandro
Un aggiornamento della Carta del Rischio Cardiovascolare Riskard: introduzione della variabile colesterolo HDL quale ulteriore predittore di rischio
11.30 - 12.30
VI Sessione
La Canna Giovanni
L´atrio sinistro nell´insufficienza mitralica: un mediatore della storia clinica all´ombra del ventricolo sinistro.
Trimarco Bruno
E’ possibile prevenire lo sviluppo dell’ipertensione arteriosa ?
De Caterina Raffaele
Sindrome metabolica: la grande madre della malattia vascolare ?
15.00 - 16.50
VII Sessione
Casella Gianni
Malattia dei tre rami coronarici principali: quanta parte della prognosi dipende dalla sovvertita contrattilità miocardica ?
Alfieri Ottavio
Il trattamento chirurgico della fibrillazione atriale parossistica sconfiggerà l´ablazione elettrica ?
Pappone Carlo
In quali casi la fibrillazione atriale stabile e refrattaria suggerisce ablazione elettrica ?
Gensini Gian Franco
La resistenza ai farmaci antiaggreganti piastrinici: vero o falso problema?
17.20 - 18.20
VIII Sessione
Boccanelli Alessandro
Quando si deve intervenire chirurgicamente nella insufficienza mitralica funzionale ?
Inglese Luigi
Quando intervenire chirurgicamente o con endoprotesi nella patologia dell´aorta toracica ?
Perna Gian Piero
Il blocco di branca sinistro doloroso: entità nosografica elusiva o poco conosciuta ?
GIORNO 04/03/2007
Auditorium
09.00 - 11.00
IX Sessione
Bolognese Leonardo
Il tronco comune torna di moda: lasciare al chirurgo le lesioni distali ?
Sinagra Gianfranco
Miocardite, cardiomiopatia infiammatoria e perimiocardite: possiamo fare ordine ?
Thiene Gaetano
Mixoma: perché Mahaim lo chiama “polipo del cuore” ?
Volpe Massimo
Fattori di rischio cardiovascolare: la rivoluzione nei risultati del loro trattamento.
Verdecchia Paolo
Vedute attuali sul quando e perché l’ipertensione arteriosa diventa cardiopatia ipertensiva.
Ardissino Diego
Esecuzione sistematica dell’ecocardiogramma transesofageo prima della defibrillazione elettrica: saggezza o esagerazione ?